Relatori

Dianora Bardi

Presidente dell’Associazione
Centro Studi ImparaDigitale. Laureata in Lettere nel 1978 presso l’Università degli Studi di Milano con il massimo
dei voti, fino al 2016 è stata docente di Lettere nei Licei. È ideatrice e organizzatrice di diversi progetti a carattere
didattico e divulgativo delle tecnologie multimediali nel mondo educational, tra questi
troviamo il Tablet School e le Olimpiadi Nazionali del Videogioco nella Didattica. Ha
contribuito alla realizzazione delle piattaforme del Curriculum Mapping, e delle
Metodologie Didattiche. Suo è il metodo della Classe Scomposta e Scuola Casa. È stata
membro del gruppo di lavoro del MIUR per il coordinamento nazionale delle scuole di
eccellenza italiane per l’utilizzo delle NT nella didattica e responsabile dell’area Media
Educational. Formatrice sulla didattica per competenze. Ha collaborato con il Prof.
Giovanni degli Antoni dell’Università Cattolica di Milano e con il Prof. Derrick De
Kerckhove del Mc Luhan Institute dell’Università di Toronto. Presidente della giuria del
Mediashow di Melfi. Ideatrice il progetto di distance learning con web broadcast ed
eventi in Web Live TV. Prima in Italia nel 2010 ad introdurre l’uso del tablet nella
didattica. Dal 2013 referente scientifica del progetto dell’USR Lombardia SCUOLA
LOMBARDIA DIGITALE. Nel 2014 nominata Membro del tavolo permanente per
l’innovazione e dell’Agenzia Digitale Italiana-Presidenza del Consiglio dei Ministri, nel
2015 Membro del tavolo di lavoro sul PNSD del MIUR. Nel 2015 coordinatrice e
referente scientifica del Progetto di formazione per le scuole digitali della Basilicata.
Collabora con importati testate giornalistiche ed un suo articolo, pubblicato sul
Sole24Ore, è stato citato come documento alla maturità del 2013.

Dianora Bardi

Presidente dell’Associazione
Centro Studi ImparaDigitale. Laureata in Lettere nel 1978 presso l’Università degli Studi di Milano con il massimo
dei voti, fino al 2016 è stata docente di Lettere nei Licei. È ideatrice e organizzatrice di diversi progetti a carattere
didattico e divulgativo delle tecnologie multimediali nel mondo educational, tra questi
troviamo il Tablet School e le Olimpiadi Nazionali del Videogioco nella Didattica. Ha
contribuito alla realizzazione delle piattaforme del Curriculum Mapping, e delle
Metodologie Didattiche. Suo è il metodo della Classe Scomposta e Scuola Casa. È stata
membro del gruppo di lavoro del MIUR per il coordinamento nazionale delle scuole di
eccellenza italiane per l’utilizzo delle NT nella didattica e responsabile dell’area Media
Educational. Formatrice sulla didattica per competenze. Ha collaborato con il Prof.
Giovanni degli Antoni dell’Università Cattolica di Milano e con il Prof. Derrick De
Kerckhove del Mc Luhan Institute dell’Università di Toronto. Presidente della giuria del
Mediashow di Melfi. Ideatrice il progetto di distance learning con web broadcast ed
eventi in Web Live TV. Prima in Italia nel 2010 ad introdurre l’uso del tablet nella
didattica. Dal 2013 referente scientifica del progetto dell’USR Lombardia SCUOLA
LOMBARDIA DIGITALE. Nel 2014 nominata Membro del tavolo permanente per
l’innovazione e dell’Agenzia Digitale Italiana-Presidenza del Consiglio dei Ministri, nel
2015 Membro del tavolo di lavoro sul PNSD del MIUR. Nel 2015 coordinatrice e
referente scientifica del Progetto di formazione per le scuole digitali della Basilicata.
Collabora con importati testate giornalistiche ed un suo articolo, pubblicato sul
Sole24Ore, è stato citato come documento alla maturità del 2013.

closepopup
Andrea Benassi

Ricercatore Tecnologo INDIRE. Si occupa prevalentemente di nuove tecnologie per la didattica, in particolare di mondi virtuali. E' referente dell'area “Didattica Immersiva” e membro del gruppo di progetto di Avanguardie Educative.

Andrea Benassi

Ricercatore Tecnologo INDIRE. Si occupa prevalentemente di nuove tecnologie per la didattica, in particolare di mondi virtuali. E' referente dell'area “Didattica Immersiva” e membro del gruppo di progetto di Avanguardie Educative.

closepopup
Livio Karrer

Curatore museo M9 di Mestre.
PhD in Storia all’Università di Padova. Ha lavorato a lungo su temi
di storia politica e culturale dell’Italia del ‘900, concentrandosi sull’evoluzione dei rituali civili e delle
liturgie politiche. Ha scritto diversi saggi sui funerali dei principali protagonisti dell’Italia del secondo
dopoguerra e sui rapporti e gli scontri tra Pci e Psi negli anni ’80. Fa parte del comitato di redazione
della rivista “Memoria e Ricerca” e collabora con “Mondoperaio”. I suoi interessi di ricerca si sono
quindi spostati nel campo della Public History; nel 2016 ha partecipato al processo di fondazione della Associazione italiana di Public History (AIPH). Dal
2014 lavora con la Fondazione di Venezia nell’ambito del progetto museale M9, occupandosi
della selezione e scrittura dei contenuti storici. Ha fatto parte dell’Advisory board curatoriale e ha seguito tutta la fase esecutiva degli allestimenti.

Livio Karrer

Curatore museo M9 di Mestre.
PhD in Storia all’Università di Padova. Ha lavorato a lungo su temi
di storia politica e culturale dell’Italia del ‘900, concentrandosi sull’evoluzione dei rituali civili e delle
liturgie politiche. Ha scritto diversi saggi sui funerali dei principali protagonisti dell’Italia del secondo
dopoguerra e sui rapporti e gli scontri tra Pci e Psi negli anni ’80. Fa parte del comitato di redazione
della rivista “Memoria e Ricerca” e collabora con “Mondoperaio”. I suoi interessi di ricerca si sono
quindi spostati nel campo della Public History; nel 2016 ha partecipato al processo di fondazione della Associazione italiana di Public History (AIPH). Dal
2014 lavora con la Fondazione di Venezia nell’ambito del progetto museale M9, occupandosi
della selezione e scrittura dei contenuti storici. Ha fatto parte dell’Advisory board curatoriale e ha seguito tutta la fase esecutiva degli allestimenti.

closepopup
Roberto Carraro

Docente presso l’Accademia di Brera,indirizzo comunicazione e didattica dell’arte,
Corso linguaggi digitali.

Roberto Carraro

Docente presso l’Accademia di Brera,indirizzo comunicazione e didattica dell’arte,
Corso linguaggi digitali.

closepopup
Francesco Sacco

SDA Fellow di Strategy and Entrepreneurship presso SDA Bocconi School of Management. Collabora con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sui temi legati alle reti in fibra ottica ed è co-autore del progetto di cablatura in fibra della Lombardia, uno dei maggiori in Europa. 
Le sue ricerche si concentrano su Digital Agenda, Smart grid, Internet of Things, E-business, E-procurement, productivity and IT, telecommunication, strategic IT and
wireless/mobile solutions, RFID, strategic decision & cognitive bias, system thinking e complexity theories.
Scrive e svolge l’attività di reviewer per numerose riviste specializzate come Wired, Economia & Management, Il Sole 24 Ore e Corriere della Sera. È membro del comitato scientifico di AgendaDigitale.eu e di Wireless.
Consulente di e-business in varie aziende italiane e internazionali, operanti nel campo della tecnologia dell'informazione.
Ha conseguito la Laurea in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi.

Francesco Sacco

SDA Fellow di Strategy and Entrepreneurship presso SDA Bocconi School of Management. Collabora con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sui temi legati alle reti in fibra ottica ed è co-autore del progetto di cablatura in fibra della Lombardia, uno dei maggiori in Europa. 
Le sue ricerche si concentrano su Digital Agenda, Smart grid, Internet of Things, E-business, E-procurement, productivity and IT, telecommunication, strategic IT and
wireless/mobile solutions, RFID, strategic decision & cognitive bias, system thinking e complexity theories.
Scrive e svolge l’attività di reviewer per numerose riviste specializzate come Wired, Economia & Management, Il Sole 24 Ore e Corriere della Sera. È membro del comitato scientifico di AgendaDigitale.eu e di Wireless.
Consulente di e-business in varie aziende italiane e internazionali, operanti nel campo della tecnologia dell'informazione.
Ha conseguito la Laurea in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi.

closepopup
Marco Livelli

Manager piacentino con esperienze nei settori consulenza, biotech, chimico, macchine utensili e robot industriali. Ha lavorato in multinazionali italiane, americane, russe ed asiatiche.
Si è occupato di operazioni di turnaround, acquisizioni sia in Italia che all’estero, oltre ad aver ricoperto posizioni di direzione generale.

Marco Livelli

Manager piacentino con esperienze nei settori consulenza, biotech, chimico, macchine utensili e robot industriali. Ha lavorato in multinazionali italiane, americane, russe ed asiatiche.
Si è occupato di operazioni di turnaround, acquisizioni sia in Italia che all’estero, oltre ad aver ricoperto posizioni di direzione generale.

closepopup
Francesco Toniolo

Docente di Linguaggi e semiotica dei prodotti mediali presso l’Università Cattolica di Milano. PhD presso il Dipartimento di scienze della comunicazione e dello spettacolo della stessa università.

Si occupa di videogiochi (con particolare attenzione per i loro rapporti con altre forme artistico-espressive), di youtuber e di community online. Ha pubblicato articoli su riviste, contributi a volumi miscellanei e saggi monografici. È anche coautore dell’antologia Corrispondenze (2018) per la scuola secondaria di secondo grado.

Francesco Toniolo

Docente di Linguaggi e semiotica dei prodotti mediali presso l’Università Cattolica di Milano. PhD presso il Dipartimento di scienze della comunicazione e dello spettacolo della stessa università.

Si occupa di videogiochi (con particolare attenzione per i loro rapporti con altre forme artistico-espressive), di youtuber e di community online. Ha pubblicato articoli su riviste, contributi a volumi miscellanei e saggi monografici. È anche coautore dell’antologia Corrispondenze (2018) per la scuola secondaria di secondo grado.

closepopup